Ingrossamento chirurgico del pene

Tecnica operatoria per l’allungamento del pene

Il pene è un organo formato da una parte anteriore esterna al corpo (tale parte verrà indicata di seguito come il vostro “pene“) e da una parte interna. Il rapporto tra la parte esterna e la parte interna è di 50:50.

L’allungamento del pene prevede nella fase chirurgica una piccola incisione (circa 3 cm posizionata nella zona dei peli pubici) e la sistemazione dei legamenti sospensori interni anteriori del pene. I legamenti posteriori non vengono toccati garantendo in questo modo la stabilità in lunghezza.

Nella zona dell’allungamento, piegando lateralmente il tessuto esistente e utilizzando del materiale e una tecnica di sutura da noi sviluppata, creiamo un nuovo punto di fissaggio per il pene nella parte anteriore (nessun impiego di tessuti sintetici come silicone o altro), correggendo così lo sviluppo del pene all’interno del corpo, che prima si presentava inclinato e curvo.

In questo caso sfruttiamo una caratteristica geometrica: correggendo il corso interno del pene creiamo una sporgenza, o per essere più precisi due sporgenze (correzione dell’incurvatura e dell’inclinazione), che unite generano l’allungamento del pene. In realtà modifichiamo il rapporto tra la parte esterna e la parte interna a favore di quella esterna ottenendo l’ingrossamento ovvero l’allungamento della parte anteriore visibile, cioè del vostro “pene”.

La nostra tecnica lascia immutata la radice del pene, vale a dire la zona nella quale entrano nel pene l’uretra, i vasi e i nervi.

Grazie all’impiego di materiali particolari e di tecniche di sutura modificate facciamo in modo di mantenere il più possibile inalterate le forze di trazione dei nervi che potrebbero influenzare il risultato dell’intera operazione.

L’incisione non viene quindi fatta sul pene evitando possibili rischi.

La dimensione dell’allungamento ottenuto dipende dall’angolo di inclinazione, dalla lunghezza della sinfisi (corpo di collegamento delle ossa del bacino) e dalle strutture dei legamenti.

La pelle già presente del pene e dello scroto è ampiamente sufficiente per coprire la parte del pene allungata. In questo modo decade la necessità di eseguire un trapianto di pelle o un innesto di lembo cutaneo.

Possibile followup

I pazienti che sono predisposti alla formazione eccessiva di cicatrici dovranno portare, per un periodo di tempo specifico, un estensore. Per i dettagli riferiti all’uso individuale rimandiamo al colloquio informativo.


Mettiti in contatto
Antonio Calcagni

Segreteria di Chirurgia Plastica


0694 805 686

+39 694 805 686


Dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 13:00 e 16:00 alle 19:00


Media
Penis Enlargement – Opportunities and Risks
Watch Video
Penis Enlargement – The Wrong Place to Cut Corners
Watch Video
Premi
Ulteriori informazioni